giovedì 22 gennaio 2009

Il lupo di Gubbio


“Francesco, giunto un giorno nella città di Gubbio, apprese con dolore che la popolazione era spaventata, a causa di un grosso lupo e feroce che si aggirava nei dintorni e faceva strage di animali e persino di uomini .
Egli ebbe compassione di quella gente e, ispirato dal Signore, andò, solo ed inerme, ad affrontarlo. Quando la bestia gli apparve, si fece il segno della Croce e, tenendogli le braccia, disse: « Frate lupo, vieni qui da me; io ti comando da parte di Cristo che tu non faccia male né a me, né ad alcuno». Immediatamente il lupo si accostò a lui.
La folla che spiava da lontano tra il fogliame, tratteneva il respiro, mentre Francesco, chinato sul lupo, così parlò: «Frate lupo, hai fatto molti danni da queste parti, assalendo le creature del Signore e persino gli uomini , fatti ad immagine di Dio. Per questo ti meriti la forca, come ladro e assassino. La gente grida contro di te e ti è nemica. Ma io voglio, o frate lupo, che si faccia pace fra te e costoro».
Il lupo, come se comprendesse quelle parole, chinando il capo e agitando festosamente la coda, mostrava di accettare la proposta.
Francesco allora, volle precisare bene l’impegno, e aggiunse: « Frate lupo, poiché ti piace fare e mantenere questa pace, io ti prometto di farti dare gli alimenti ogni giorno, finchè vivrai, dagli uomini di queste terre, sicchè non patirai più la fame». Il lupo, rizzandosi in piedi, alzò la zampa anteriore e, in segno di fede, la pose nella mano del Santo, che la strinse felice e sorridente, fra lo sbalordimento e le lacrime dei presenti.
Da quel giorno la bestia, ammansita, entrava nelle case e riceveva cibo abbondante.”

6 commenti:

Federica ha detto...

grazie per essere passato nel mio blog!

il cappellino della foto è di colonia, quello di loreto era arancione... e bellissimo! ^___^

mi piace il tuo blog, è molto particolare...

Con quessto post mi hai ricordato dei giorni intensi passati ad Assisi...

tornerò presto a trovarti!

Luciano ha detto...

Davvero interessante il tuo blog!

fratello vento ha detto...

ciao amici! ben venuto a federica e luciano! verrò a breve a "leggervi" nei vosti blog! sono felice della vostra conoscenza!!

a loreto c' ero anche io... che bel raffreddore in quella serata all' aperto! ^_____^

lellofieramosca ha detto...

Ciao Fratello
scusa dell'assenza,ma ultimamente la situazione è negativa.
Ho letto fino in fondo questa lettura e mi è molto piaciuta.
L'insegnamento è che si dovrebbe aiutare il prossimo,per far si che esso non commetta il male.

sabrina ha detto...

Ti auguro un buon week-end da Sabrina Ciao

Paola ha detto...

Ho riletto con piacere la storia del lupo di Gubbio: mi ha riportata al tempo delle elementari, quando la mia maestra ce la lesse...quanta nostalgia di quei giorni e della mia cara maestra.
Grazie, e buona domenica.